Un'immagine di BitBag, una delle start up finanziate da Fastweb

Dalla mini stampante 3D all’autista che interviene in caso di bisogno, a un algoritmo che monitora le opinioni espresse su Twitter. Sono solo alcune delle idee premiate dalla Rete e che saranno cofinanziate da Fastweb. A quattro mesi dal lancio di Fast Up – il programma che sostiene le idee innovative di impresa e vuole realizzarle testandone le potenzialità di mercato attraverso lo strumento del crowdfunding – l’operatore di telecomunicazioni italiano ha annunciato i primi progetti che riceveranno i fondi necessari per crescere nel proprio business.

LE 6 START UP. I progetti che hanno già ricevuto i primi finanziamenti – il 50% dalla Rete e il 50% da Fastweb, sono BitBag, la linea di borse (e non solo) che unisce design e qualità, tecnologia di geolocalizzazione ed esperienza di Community; Ovumque, il kit domotico di design che collega a Internet e gestisce in modo integrato differenti oggetti domestici; AssoWiFi, una piattaforma di autenticazione per semplificare l’accesso alle reti Wi-Fi free; 3D Living, una stampante 3D piccola, compatta ed economica; Driver2Home, il servizio che fornisce un autista per la propria auto quando non si è nelle condizioni di guidare; Datalytics, un algoritmo che monitora le opinioni espresse su Twitter. Tramite i finanziamenti ricevuti i progetti saranno sviluppati e consolidati con l’obiettivo di essere lanciati sul mercato.

VERSO NUOVE IDEE. Fast Up continua e si rivolge a chiunque abbia un’idea d’impresa; per partecipare basta proporre il progetto sul sito eppela.com. Gli ambiti di maggiore interesse sono l’educazione digitale, le smart city,l’internet delle cose, la robotica e la domotica e le idee verranno selezionate in base al contenuto innovativo e alla capacità di avvicinare la tecnologia alle persone e di migliorarne la vita e il lavoro con l’aiuto del digitale.