© GettyImages

Nessun escamotage per raccogliere informazioni riservate, ma solo un’iniziativa per migliorare il rapporto dei contribuenti con il Fisco, verso una sempre maggiore chiarezza e trasparenza. Da martedì 20 novembre sarà online il Redditest, un redditometro fai da te per controllare la coerenza tra la dichiarazione dei redditi e il tenore di vita dei contribuenti. L’annuncio, come riporta il Corriere della Sera , è stato dato direttamente da Attilio Befera in occasione di un incontro all’Università Bocconi di Milano.
Il software, scaricabile gratuitamente dal portale dell’Agenzia delle Entrate, non lascerà traccia sul Web. Lo scopo del Redditest è spingere i cittadini a una corretta compilazione dei redditi, mostrando loro che, in base al tenore di vita, l’Agenzia ha gli strumenti per attivare i controlli di natura presuntiva.

COME FUNZIONA. Una volta scaricato il Redditest, bisognerà compilare una serie di campi con le spese sostenute nel corso dell’anno (le più importanti) e di cui l’amministrazione è a conoscenza come l’acquisto di una casa, o di un auto; il programma poi aggiungerà le spese indispensabili per una famiglia (cibo, abbigliamento) calcolate sulla base dei dati Istat. Al termine di questa fase il Redditest effettuerà il confronto con quanto dichiarato dando semaforo verde, giallo o rosso a seconda della coerenza con quanto dichiarato o si ha intenzione di dichiarare.