Il ministro Beatrice Lorenzin © Getty Images

Nessun taglio alla Sanità, solo risparmi. Lo promette il ministro Beatrice Lorenzin dopo la presentazione del maxi emendamento al dl enti locali che prevede una riduzione di 2,352 miliardi per il 2015 sul livello di finanziamento del servizio sanitario nazionale. Nella sua integrazione, il documento prevede anche l'autorizzazione per la Regione Calabria a ricorrere alla risorse necessarie per la stabilizzazione dei lavoratori Lsu-Lpu dei Comuni calabresi.

«Voglio dire con chiarezza», assicura Lorenzin all'Ansa , «che sono contraria a nuovi tagli al Servizio sanitario. Dico 'no' a qualunque ipotesi di taglio, che al momento non c'è. I risparmi non sono tagli».E la somma dovrebbe essere infatti reinvestita nel settore. Il ministro spiega però che una parte dei fondi potrebbe arrivare dalla stretta sulla cosiddetta "medicina difensiva": 13 miliardi all'anno di esami per prevenire contenziosi.

Mentre monta la protesta dei medici per la minaccia di riduzioni del salario in caso di prescrizioni eccessive, la titolare della Sanità replica: «Ognuno risponda alle proprie responsabilità».