Il dato Istat sul calo delle vendite al dettaglio conferma le previsioni di Confcommercio sulla ripresa: rimandata al 2015, visto il permanere di elementi di difficoltà dal lato delle famiglie, l’andamento del pil nella prima metà dell’ann che ha riportato l'Italia in recessione tecnica.

Insufficiente anche l'effetto del bonus Renzi che non sembra aver avuto effetti concreti per ora sulle famiglie e sui consumi,

E' presumibile dunque - secondo l'associazione dei commercianti che anche la seconda parte del 2014 possa mancare l’appuntamento con la ripresa economica. Servono dunque interventi più incisivi che ridiano fiducia a imprese e famiglie e si traducano in un effettivo miglioramento della domanda.