BusinessPeople

Dove siamo competitivi (o lo stiamo diventando)

Dove siamo competitivi (o lo stiamo diventando) Torna a Rinascimento in vista per l’Italia
Venerdì, 13 Giugno 2014

COMMERCIO INTERNAZIONALE
L’Italia è uno dei cinque Paesi al mondo che vanta un surplus manifatturiero sopra i 100 miliardi di dollari. Ci fanno compagnia la Cina, la Germania, il Giappone e la Corea del Sud. La Francia (-34 mld), la Gran Bretagna (-99 mld) e gli Stati Uniti (-610 mld) hanno invece la bilancia commerciale manifatturiera in rosso.

TURISMO
Il Belpaese è una delle destinazioni più gettonate tra i turisti extraeuropei. Siamo primi nell’Eurozona per numero di pernottamenti di viaggiatori extra-Ue (54 milioni di notti trascorse nei nostri alberghi all’anno). Siamo la meta preferita di cinesi, australiani, brasiliani, canadesi, statunitensi e giapponesi.

FARMACEUTICA
Il Paese cresce anche in alcune industrie ad alta intensità di ricerca & sviluppo come la farmaceutica. Negli ultimi cinque anni, nonostante la crisi economica, l’export è salito del 64%, con una presenza di 174 fabbriche in tutto il Paese e 62 mila addetti (più altri 60 mila nell’indotto) che sono per il 90% laureati o diplomati.

MECCANICA E MANIFATTURA
Su un totale di circa 5 mila prodotti manifatturieri censiti nel commercio mondiale, in ben 935 l’Italia si è piazzata al primo, al secondo o al terzo posto al mondo per surplus negli scambi con l’estero, superando spesso anche Germania e Cina.

GREEN ECONOMY
La nostra industria è tra quelle che ha investito di più in questo ambito e nella riduzione dell’inquinamento. Per ogni milione di euro prodotto dalla nostra economia, emettiamo in atmosfera 104 tonnellate di anidride carbonica, la Spagna 110, il Regno Unito 130, la Germania 143 (Fonte: GreenItaly 2013 ).

GREEN JOB
Entro la fine del 2014, il 51% delle piccole e medie imprese italiane avrà almeno un green job, cioè una professionalità nel proprio organico dedicata ai temi del risparmio energetico e della salvaguardia dell’ambiente. È una quota superiore alla media europea (39%) a quella del Regno Unito (37%), della Francia (32%) e della Germania (29%).

BIOTECH
L’Italia è terza in Europa in termini di numero di imprese biotech “pure” (248), cioè che hanno nelle biotecnologie il proprio core business. Prima di noi si posizionano soltanto la Germania (397) e il Regno Unito (282). Le biotech italiane investono in ricerca & sviluppo il 25% del proprio fatturato.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2020 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media