© tOrange

La corsa ai regali di Natale è già partita. Gli italiani amano le festività di fine anno e si muovono con anticipo. Sono le donne a farlo in particolare, iniziando a pianificare per il 42% a novembre e addirittura per il 28% tra settembre e ottobre, mentre gli uomini, eterni ritardatari, arrivano sotto data e concentrano i propri acquisti nel mese di dicembre (44%). Lo certificano i dati di Privalia Watch, l' "osservatorio" di Privalia che ha investigato le previsioni di acquisto e i trend in ascesa per il prossimo Natale con un sondaggio tra più di 3.500 clienti italiani, tra uomini e donne.

NUMERI IN CRESCITA. La maggior parte degli italiani (38,5%) ha dichiarato che quest’anno supererà i 10 regali; la percentuale sale fino al 50% nel caso delle donne intervistate, che vincono sugli uomini per generosità. Ma chi saranno i più coccolati? Quasi a furor di popolo, senza grandi distinzione di sesso, la cerchia famigliare, seguita dagli amici, con una spesa media di 250 euro.

SEMPRE PIU' WEB. Il mondo online si dimostra grande alleato durante il Natale, il 74% degli italiani ritiene infatti che l’ecommerce faccia risparmiare tempo e denaro, che offra vantaggi come comodità e velocità e che sia un ottimo modo per evitare bagni di folla e code dello shopping natalizio. Il 79% degli italiani utilizza infatti entrambi i canali on e offline per gli acquisti natalizi, e solo il 3% compra ormai solo offline.

A CIASCUNO IL SUO. Da Nord a Sud, alle mamme, amanti della casa e dell’arte del ricevere tra le mura domestiche, si regalano soprattutto oggetti di design per la casa (18%) mentre ai papà, sempre più amanti dello sport, un capo di abbigliamento sportivo (19%). E per il proprio partner? La media italiana ricade su un capo di abbigliamento di moda con un’unica eccezione per il Sud Italia, dove la tradizione vuole che siano i gioielli ad essere i regali maggiormente acquistati per la propria dolce metà.

Senza troppe sorprese, sotto l’albero dei più piccoli troviamo invece i giocattoli con il 38% delle risposte, seguiti da capi di abbigliamento di moda (14%). L’accessorio moda, rappresenta invece la scelta della maggior parte delle donne per l’amica del cuore (31%), mentre il capo di abbigliamento sportivo rimane il regalo maschile per eccellenza tra gli uomini (22%).

I DESIDERI. Ma se gli italiani dovessero scrivere una letterina a Babbo Natale, cosa vorrebbero ricevere? I gioielli si aggiudicano il primo posto nella lista dei desideri del gentil sesso (30%), seguito da i capi d’abbigliamento moda (21%) e dagli accessori moda (15%).

In cima alle risposte dell’universo maschile si posizionano i capi d’abbigliamentomoda (27%) - dimostrazione del fatto che anche gli uomini desiderano seguire le tendenze del momento - e dall’abbigliamento sportivo (20%). E se poi il regalo non piace? Vietato riciclare! Il 68% afferma di non aver mai riciclato un regalo, che ha conservato invece come ricordo.

TRADIZIONE.. Vince la tradizione comunque, anche nei piani vacanzieri. il 78% degli intervistati dichiara di volere trascorrere il Natale in famiglia, soprattutto tra le mura domestiche (85%). Solo il 9% deciderà quindi di allontanarsi dal proprio focolare per partire.

Ma a cosa non possono rinunciare gli italiani il giorno di Natale? Aprire i regali tutti insieme mette d’accordo la maggioranza (53%) anche se dalle risposte raccolte si evince che la gola gioca un ruolo fondamentale nelle feste. Al sud non si rinuncia al piatto forte della mamma (24%) mentre nel resto d’Italia ai classici dolci della tradizione, il pandoro o il panettone (22%).

La casa a Natale deve essere rigorosamente addobbata. A vincere su tutti l’immancabile albero di Natale e le classiche lucine colorate che rallegrano gli ambienti e riempiono d’atmosfera. La maggioranza degli intervistati dichiara di spendere ogni anno più di 20 euro per nuovi addobbi che vengono acquistati anche on line.

... E INNOVAZIONE. A Natale gli italiani si confermano dunque amanti della tradizione e del piacere di stare insieme alle persone che amano. I giorni delle feste sono scanditi da scambi di auguri a parenti, amici e conoscenti e WhatsApp, senza distinzione di sesso e zona geografica, viene segnalato dalla maggioranza (53%) come il principale canale utilizzato, grazie anche alle emoji dedicate (albero di Natale, pacchetto regalo…).

A sorpresa emerge che i social (Facebook, Twitter e Instagram), utilizzati dal 76% del nostro panel per rimanere connessi anche durante le feste, non sono però gettonati per gli auguri, che vengono fatti in intimità.

privalia