© European Union, 2011

Con una spesa di oltre 4 miliardi di euro (20,9% nazionale) la Lombardia si piazza al primo posto davanti a Lazio e Piemonte per gli investimenti interni destinati all’area R&S. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al terzo trimestre 2009 e 2010. Con oltre 30 mila aziende il tessuto produttivo lombardo assorbe circa un quinto (21,9%) delle attività nazionali legate alle nuove tecnologie e alla ricerca sperimentale, con una leadership più spiccata negli ambiti dell’industria farmaceutica (44,2%) e chimica (32,8%). Nell’insieme è Milano a ricoprire il ruolo del leone, in forza di quasi 15 mila imprese concentrate nel suo territorio provinciale, pari al 48,5% del totale regionale. Sempre il capoluogo meneghino conduce la classifica nazionale, con il 10,6% del totale, davanti a Roma (9,1%) e Torino (5,7%).