© iStockphoto.com/Jesper Elgaard

Rinviato lo spesometro. Attraverso una nota l’Agenzia delle Entrate ha confermato una proroga attesa da parte di professionisti e imprese, ma non ufficializzata, per la comunicazione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini Iva e relative al 2012. Leggi il comunicato
La proroga –non si conosce ancora la nuova scadenza – è dovuto dalle difficoltà di applicare le novità introdotte dal decreto semplificazioni fiscali (Dl. n 16 del 2016). La norma ha stabilito che per le operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2012 tra operatori economici è obbligatorio comunicare all’Agenzia delle Entrate tutte le operazioni rilevanti ai fini Iva e non più solo quelle d’importo da 3.000 euro in su. Nelle operazioni con i clienti-consumatori (quelle per le quali non c’è obbligo di emettere fattura), invece, è rimasto il limite dei 3.600 euro.
Da un lato, si spiega in un articolo de Il Sole 24 Ore , l’abolizione della soglia è una semplificazione perché non comporta per l’operatore l’onere di classificare le operazioni per importo, ma dall’altro aumenta il volume dei dati da comunicare al fisco. La nuova modalità di trasmissione dei dati e le relative scadenze saranno annunciate attraverso un provvedimento del direttore Attilio Befera, che terrà conto delle proposte formulate dalle associazioni di categoria.