BusinessPeople

Riequilibrare un sistema troppo orientato al contante

Riequilibrare un sistema troppo orientato al contante Torna a Pagamenti digitali Italia
Giovedì, 17 Gennaio 2019

Il punto di vista di Francesco Luongo, presidente della neonata C4Dip

Francesco_Luongo_presidente_C4DiP_3

Informare i cittadini su sicurezza e comodità dei pagamenti elettronici. È l’obiettivo del Consumer For Digital Payments (C4DiP), progetto frutto della coalizione di tre associazioni – Movimento Difesa del Cittadino, Asso-consum e U.Di.Con – unite nella lotta al sommerso e per rendere più agevole l’uso della moneta elettronica. «L’intento», spiega il presidente Francesco Luongo «è di essere d’aiuto ai consumatori, colmando un enorme gap di educazione bancaria e finanziaria».

Come vi muoverete?
Oltre a una comunicazione chiara e costante sui nuovi sistemi di pagamento avviata sul nostro sito (c4dip.it) e i principali social network, entro l’anno avvieremo un programma di convegni e workshop per far comprendere a tutte le fasce d’età in cosa consistono e che vantaggi ci sono nei digital payments. 

Quali sono i principali ostacoli alla loro diffusione?
Partiamo da una premessa: in Italia i pagamenti digitali non sono più un’utopia, ma una realtà. Non ci sono grandi ostacoli normativi o tecnologici: lo smartphone ce l’hanno tutti. Serve colmare quel gap informativo di alcune fasce della popolazione – causato dal digital divide – e di quei vendor che resistono strenuamente al Pos, pur perdendo clienti che vorrebbero, invece, pagare con la carta.

Cosa possono contribuire le istituzioni?
La Pubblica Amministrazione ha un ruolo fondamentale: deve garantire la più ampia diffusione di sistemi che già esistono. Come il famoso PagoPa, che permette di sfruttare i pagamenti digitali per tributi, utenze, rette scolastiche, bolli… Aumentare Pos e questi canali di pagamento resta fondamentale, soprattutto per combattere l’evasione. 

Si può pensare a un futuro senza contante?
I pagamenti digitali sono stati troppo spesso messi in competizione con il contante, intendiamo abbattere questo luogo comune. Il problema non è abolire monete e banconote, ma riequilibrare un sistema troppo orientato al contante, che costa ogni anno quasi 10 miliardi allo Stato e dove si nasconde tanta evasione.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media