© Getty Images

L’Italia non è un paese per giusti. Stando infatti ai dati della Guardia di Finanza, il nostro Paese pullula di evasori totali, lavoratori in nero e irregolari vari. Sul versante evasione, l’ammanco calcolato per il 2013 si aggirerebbe sui 16,1 miliardi di euro e sarebbe opera di oltre 8 mila evasori totali. Le denunce per truffa e reati fiscali superano le 12 mila unità (12.726): tra le cause, in primis l’utilizzo e l’emissione di fatture false (5.776 casi), la mancata presentazione della dichiarazione dei redditi (2.903), l’occultazione della contabilità (1.976) e il non versamento dell’Iva (534). Tuttavia, a fronte di tante e tali violazioni, solo 202 delle persone denunciate sono poi state effettivamente arrestate.

Quanto ai dipendenti, durante il 2013 la Guardia di finanza ha scoperto 14.220 lavoratori in nero, di cui quasi 4 mila extracomunitari, mentre gli irregolari arrivano a 13.385, di cui 3.471 extracomunitari. E ancora: su 400 mila controlli di scontrini e ricevute fiscali, il 32% è risultato irregolare.