Ammonta a circa 1,2 miliardi di euro la richiesta di risarcimento che il ministero della Salute ha avanzato nei confronti delle aziende farmaceutiche Novartis e Roche per il caso Lucentis-Avastin. La richiesta arriva dopo il pronunciamento dell’Antitrust secondo il quale i due colossi avrebbero raggiunto “un’intesa orizzontale restrittiva della concorrenza finalizzata alla commercializzazione del farmaco Lucentis molto più costoso del farmaco Avastin, ad esso equivalente”.

Nell’occasione le due aziende erano state sanzionate con multe rispettivamente da 90,5 milioni e 92 milioni di euro. In pratica un totale di oltre 180 milioni di euro per i due gruppi colpevoli di aver messo in piedi un cartello.

Un accordo che ha comportato un esborso aggiuntivo per il Sistema Sanitario Nazionale stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012, 540 milioni nel 2013 e 615 milioni nel 2014. Un accordo per il quale oggi il ministero chiede il risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali arrecati illecitamente al Ssn, ovvero 1,2 miliardi di euro.