I consumi di Natale tornano a crescere dopo sette anni di crisi. Secondo i dati Confcommercio, la spesa media per i regali aumenterà del 5% rispetto al 2014 (166 euro). Restano però lontanissimi i dati pre-2009, superiori ancora del 30%. Merito anche dell'aumento delle tredicesime: +1,2% rispetto allo scorso anno per un valore complessivo di 39,4 miliardi. Una somma che andrà in parte (7,9 miliardi) per pagare le tasse di fine anno (Imu e Tasi, bollo auto), mentre 10 miliardi finiranno nei negozi. Complessivamente i consumi da tredicesima e le spese aggiuntive dei lavoratori autonomi a dicembre valgono 29,9 miliardi.: si tratta di 1.370 euro a famiglia (+1,3% rispetto al 2014, ma -3,5% rispetto al livello del 2008).

«Sulla base dei dati del passato non c'è un impatto degli attentati terroristici dal punto di vista macroeconomico», dice il direttore dell'ufficio studi di Confcommercio, Mariano Bella. «L'Occidente dal punto di vista economico avrebbe gli anticorpi per reagire al terrorismo senza "discontinuità negli andamenti macroeconomici».