©GettyImages

Mario Monti, presidente del Consiglio dei Ministri

«Non ci sono alternative a queste misure, il rischio è il baratro». Mario Monti alla Camera dei Deputati per la presentazione della manovra Salva Italia non usa mezzi termini. Nella sua “informativa urgente in tema di provvedimenti economici” il presidente del Consiglio parla di «interventi dolorosi», che però contengo «i semi di un’azione che mira a designare l’Italia dei nostri figli: un’Italia seria e capace di esprimere crescita duratura. Non intendo e né intenderò mai minimizzare l’entità della manovra» ha dichiarato Monti, ben riconoscendo che «si tratta di forti sacrifici».Ma «il dovere di tutti è essere fedeli all’Italia - prosegue - Chiediamo sacrifici a tutte le componenti del paese. Non fare questi sacrifici, significa farne ben più gravi tra poche settimane, se non tra pochi giorni». Quindi un appello al Paese: «Lo sforzo che chiediamo al paese non è solo grande, ma urgentissimo. Ma questo sforzo non sarà sufficiente se ciascun cittadino non contribuirà personalmente». Italia e Italiani, ma non solo, Monti non dimentica l’Europa e le Borse: «Lo spread sta denotando una grande attenzione positiva per quello che ieri ha deliberato il Governo». Un’attenzione che però, come sottolinea il Premier in conclusione del suo intervento deve essere bilaterale. Perchè l’Italia «sa quello che deve fare», ma l’Europa non deve dimenticare «ciò che lei deve fare». La discussione prosegue con gli interventi dei partiti: da Cicchitto per il Pdl a Franceschini per il Pd passando per Reguzzoni della Lega Nord e quindi Casini dell’Unione dei Centro.

Monti, senza la manovra l’Italia crolla