missile nord corea giappone euro dollaro

Kim Yong-Un festeggia il lancio di un missile nordcoreano

Ci mancava solo il missile nordcoreano a far volare l'euro. Il vettore lanciato da Pyongyang ha sorvolato il cielo del Giappone senza fare danni: «Potrà trasportare testate nucleari», assicura la Corea del Nord per spaventare il mondo. Intanto, mentre le Borse aprono in leggera frenata, è soprattutto l'euro a "esplodere" sfondando la quota psicologica di 1,2 dollari.

MISSILE NORDCOREANO SUL GIAPPONE, EURO SOPRA QUOTA 1,2 DOLLARI

In realtà, la corsa verso quota 1,2 dollari era cominciata a inizio anno. La moneta unica ha guadagnato oltre il 15% negli ultimi otto mesi. Questo valore riporta lo scambio col dollaro ai dati di gennaio 2015, con non pochi rischi per l'economia reale che aveva beneficiato dell'equilibrio euro-dollaro per dare ossigen alla ripresa, soprattutto in Italia.

Il primo tema riguarda sicuramente l'export, con i beni europei che costeranno di più negli Stati Uniti dopo molti mesi di crescita delle esportazioni. Inoltre, benché i prezzi più bassi delle merci importate potranno dare una mano ai consumatori, potrebbe riaccendersi la spirale deflazionistica contro cui tanto ha combattuto la Bce. A pochi mesi dalla fine del Qe, l'obiettivo dell'inflazione al 2% potrebbe allontanarsi nuovamente.  

EXPORT, INFLAZIONE: I RISCHI PER L'ITALIA

Sorrisi solo per chi ha portafogli di risparmio in euro, mentre chi ha investito in dollari o altre valute più deboli subirà perdite in conto capitale.