Nel primo semestre del 2010 il rapporto tra deficit e Pil è stato pari al 6,1%, in calo rispetto al 6,3% dello stesso periodo dell'anno scorso. Lo comunica l'Istat diffondendo i dati grezzi sull'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche.
Per quanto riguarda il secondo trimestre di quest’anno il rapporto deficit/Pil è stato pari al 3,6%, in crescita rispetto al 3,4% dello steso periodo del 2009. L'indebitamento netto nel secondo trimestre del 2010 è stato, così, pari a meno 13.811 milioni di euro. Sempre nel secondo trimestre 2010, il saldo corrente (risparmio) è risultato negativo e pari a 4.952 milioni di euro (meno 3.975 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell'anno precedente). L'incidenza sul Pil è pari a meno 1,3% (meno 1% nel corrispondente trimestre del 2009). Complessivamente nei primi sei mesi dell’anno 2010 il saldo corrente in rapporto al Pil è negativo e pari al 3,7 per cento (era pari a meno 3,4 per cento nel primo semestre 2009).