© Kneiphof/Wikipedia

L’export di prodotti della Metalmeccanica verso Germania, Norvegia, Finlandia e Austria, al I semestre 2015 vale 16 miliardi di euro, pari al 15,9% dell’export italiano di tali prodotti e al 53,6% del valore complessivo delle vendite di prodotti manifatturieri verso questi quattro mercati. Lo dicono i dati del Centro Studi di Confartigianato Imprese (elaborazioni su dati Istat) in collaborazione con l’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia, presentati all’Italian Makers Village, il fuori Expo di Confartigianato in via Tortona a Milano.

I PAESI. Il totale dell’export verso questi Paesi è per ben oltre la metà (80,9%) diretto verso la Germania (12.949 milioni di euro), per il 12,9% verso l’Austria (2.060 milioni di euro), per il 3,6% verso la Norvegia (573 milioni di euro) e per il 2,7% verso il Finlandia (426 milioni di euro). Rispetto al primi sei mesi del 2014 l’export di prodotti metalmeccanici verso questi quattro Stati è leggermente cresciuto dello 0,3%: in particolare cresce per la Norvegia dell’11,2% e per l’Austria del +0,6%, rimane stazionario per la Germania (-0,1%), mentre registra un calo per la Finlandia del -4,5%.

I potenziali fornitori di questi quattro Paesi sono le 111.677 imprese italiane attive nel comparto della Metalmeccanica di cui 65.690, ben oltre la metà (58,8%), sono artigiane.

 

LE REGIONI. Le prime quattro regioni che esportano prodotti della Metalmeccanica verso i 4 paesi in esame rappresentano il 74,8% del totale: il primo partner commerciale è la Lombardia con 5.574 milioni di euro, pari al 34,8% dell’export di questi prodotti verso i 4 paesi in esame, segue l’Emilia Romagna con 2.249 milioni, pari al 14,1%, il Veneto con 2.229 milioni, pari al 13,9% e il Piemonte con 1.918 milioni, pari al 12,0%.

A livello provinciale è Brescia il primo partner commerciale con questi paesi per i prodotti metalmeccanici con un export di 1.313,8 milioni di euro, pari all’8,2% dell’export di prodotti metalmeccanici verso questi mercati. Segue Torino con 1.102,3 milioni di euro, pari al 6,9% dell’export di prodotti metalmeccanici verso questi mercati, Milano con 1.025,4 milioni di euro, pari al 6,4% dell’export di prodotti metalmeccanici verso questi mercati, Bergamo con 798,6 milioni di euro, pari al 5,0% dell’export di prodotti metalmeccanici verso questi mercati e Vicenza con 679,8 milioni di euro, pari al 4,2% dell’export di prodotti metalmeccanici verso questi mercati.