© Getty Images

Mentre in Italia a maggio il mercato delle auto registrava un nuovo calo del 3,8% - dopo i primi segnali positivi di inizio anno – a livello europeo il settore archiviava un aumento del 4,5%. Non certo segnali entusiasmanti per l’Europa anche perché, come certificato dai dati Acea, quel +4,5% - pari a 1.093.488 auto immatricolate – è il secondo dato più basso dal 2003, dall’inizio delle rilevazioni con i Paesi dell’Europa allargata.

L’Italia, che nei primi cinque mesi dell’anno segna comunque un +3,4% rispetto al 2013, resta comunque sotto la media europea (+6,9%) e a maggio è stato l’unico mercato a registrare una flessione. Fuori dai nostri confini, invece, tutti segni più: dal piccolo +0,3% della Francia al 16,9% della Spagna; in mezzo i buoni risultati di Germania (+5,2%) e Regno Unito (+7,7%).