Le vendite dei prodotti hi-tech in tutto il mondo raggiungeranno quest’anno la quota di mille miliardi di dollari. È quanto affermato in occasione del Ces di Las Vegas dalla Consumer Electronics Association. Secondo quanto riportato dal magazine Twice , Steve Koenig, industry analysis director di Cea ha dichiarato che nel 2010 le vendite sono state di 873 miliardi di dollari, con una crescita del 13% rispetto al 2009, anno in cui la crisi economica globale aveva fatto calare le vendite del 9%. La maggior parte della crescita dell’anno scorso è da addebitare ai paesi in via di sviluppo, Medio Oriente e Cina in testa. In generale la crescita ha riguardato tutte le aree geografiche ad eccezione dell’Europa orientale e del Giappone in cui le vendite sono state piatte. L’Africa è cresciuta del 70%, il Medio Oriente del 25%, la Cina del 24%, il Nord America dell’8%. Nel corso di quest’anno ci si attende una crescita in ogni area. L’Europa occidentale dovrebbe riportare un +23%. Per i prossim anni Koenig ha affermato che si prevede come la quota di fatturato in Cina, Asia e Sud America si avvicinerà e supererà quella prodotta da Nord America e Europa Occidentale. Per quanto riguarda le categorie che hanno contribuito maggiormente alla crescita nel 2010 in testa ci sono gli smartphone con 51 miliardi di dollari in più rispetto all’anno precedente, seguiti da PC portatili (notebook e tablet) con 22,9 miliardi di dollari in più rispetto al 2009 e i Tv Lcd con 20,9 miliardi di dollari in più. Insieme queste tre categorie hanno “intascato” una crescita di oltre 88 miliardi di dollari.