BusinessPeople

Segnalazioni Antitrust su energia elettrica e gas

Segnalazioni Antitrust su energia elettrica e gas Torna a Liberalizzazioni: “Benzina, banche e trasporti, c’è ancora molto da fare”
Mercoledì, 03 Ottobre 2012

I settori dell’energia elettrica e del gas sono stati interessati negli ultimi anni, su impulso di norme comunitarie, da un importante processo di apertura dei mercati. Ciononostante i prezzi all’ingrosso del gas naturale e dell’energia elettrica sono mediamente più alti rispetto alla media europea. Per questo occorre:
1) l’individuazione, da parte del Governo, delle infrastrutture energetiche ritenute prioritarie e l’introduzione di meccanismi di incentivazione economica alla loro realizzazione (ad esempio percentuale elevata - o totale - di copertura dei costi di investimento a fronte di un accesso regolato), accompagnate da forme di penalizzazione finanziaria per il soggetto realizzatore qualora non completi l’investimento nei tempi previsti;
2) regolamentare la fase di concertazione e consultazione con la popolazione precedente alla presentazione della domanda di autorizzazione per la realizzazione della infrastruttura, in modo da gestire preventivamente eventuali conflitti;
3) introdurre penalizzazioni a carico degli Enti locali che non procedono alle gare per l’assegnazione delle concessioni di distribuzione del gas;
4) prevedere che le bollette siano stabilmente basate sui consumi reali e non su quelli presunti: si tratta della pre-condizione necessaria per indurre i consumatori finali a una maggiore sensibilità verso offerte concorrenziali.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media