© Getty Images

Procedono i lavori della Commissione Bilancio del Senato che approva alcuni emendamenti alla LeggediStabilità in materia di affitti e money trasfert. Stando a quanto emerso, i provvedimenti votati prevedono un taglio dell’Imu pari al 25% per i proprietari che affittano la propria seconda abitazione siglando un regolare canone concordato. Per combattere il nero si è inoltre precisato che è da considerarsi «nulla ogni pattuizione volta a determinare un importo del canone di locazione superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato. Il conduttore, con azione proponibile nel termine di sei mesi dalla riconsegna dell’immobile locato, può chiedere la restituzione delle somme corrisposte in misura superiore al canone risultante dal contratto scritto e registrato». I contratti vanno inoltre registrati entro 30 giorni. Saranno invece del tutto esentati dal pagamento di Imu e Tasi le forze dell’ordine in possesso di un solo immobile; tutti coloro che, su decisione del tribunale, lasciano la propria casa principale all'ex coniuge, e i proprietari che concedono gratuitamente la propria dimora a un parente disabile, di primo o secondo grado di parentela.

MONEY TRANSFER. L’altra grande novità riguarda il money transfer. Gli stranieri potranno inviare in patria, dall’Italia, una cifra massima di mille euro: un terzo della soglia generale pari a 3 mila euro. A presentare l’emendamento sono state relatrici Magda Zanoni (Pd) e Federica Chiavaroli (Ap): la ragione del ripristino del limite di mille euro sarebbe da rintracciarsi nel rischio di circolazione di soldi sporchi o di finanziamento di attività terroristiche. Tra le altre novità, anche il via libera al congedo per i papà: il testo stabilisce che «sia aumentato a due giorni, che possono essere goduti anche in via non continuativa».