© Getty Images

«In Italia il rapporto debito/Pil è sostenibile e tornerà a calare nel 2016». Ad assicurarlo è il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

«Le circostanze eccezionali non ci permettono di vedere nel 2015 un inizio della discesa del debito pubblico. Questo succederà nel 2016», le parole del Tesoro al termine dell'Ecofin. «Non ho alcun timore a fornire tutte le informazioni a sostegno della tesi inoppugnabile che il debito italiano è sostenibile».

Si allontanerebbero dunque le ipotesi di una nuova correzione dei conti pubblici chiesta dall'Ue nella verifica attesa per marzo.

«Il fatto che si costruisca o si scriva un rapporto sul debito non implica automaticamente che ci sia una procedura», ha ribadito Padoan, «el 2016 il debito si metterà su un sentiero calante grazie alla crescita e alla maggiore inflazione dovuta al quantitative easing».