La Commissione europea punta sullo sviluppo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione e lo fa lanciando un bando di 780 milioni di euro.
L’annuncio è stato dato in occasione del più importante evento europeo dedicato al mondo dell’information technology ICT 2010, a Bruxell dal 27 al 29 settembre.
Il bando, che libera 780 milioni per il solo 2011, punta a sostenere le innovazioni di internet, gli studi su robotica e fotonica e lo sviluppo di progetti di efficienza energetica e benessere sociale.
Ma l’impegno Ue non finisce con il 2011, la Commissione si è infatti impegnata a mantenere un ritmo di incremento annuo dei fondi pari al 20% del bilancio annuale destinato a ricerca e sviluppo, almeno fino al 2013.
Secondo il vice-Presidente per l’Agenda Digitale, Neelie Kroes, l’aumento degli investimenti per la ricerca ICT è cruciale per il futuro dell’Europa, in quanto solo attraverso la ricerca l’industria europea può rafforzare la propria competitività.
Il bando appena lanciato si inserisce all’interno del 7^ Programma Quadro per la ricerca (2007-2013), che ha stanziato per il 2011 quasi 1,2 miliardi di euro. Già a luglio 2010 sono stati resi disponibili 220 milioni, destinati ai partenariati pubblico-privato che sviluppano auto intelligenti e edilizia verde.