C’è chi non crede più nei treniItalo, come i francesi di Sncf e l’ex a.d. Giuseppe Sciarrone, ma il progetto della società Nuovo trasporto viaggiatori (Ntv) continua. Lo dimostra il nuovo aumento di capitale che, iniziato lo scorso 17 luglio con una prima tranche da 60 milioni di euro, si completerà entro dicembre. A confermare il proprio impegno in società Diego della Valle, Luca Cordero di Montezemolo, Gianni Punzo, Intesa San Paolo, Generali, Isabella Serragnoli, Alberto Bombassei; con loro si unisce Flavio Cattaneo.

NUOVI TRENI E NUOVE DESTINAZIONI. La ricapitalizzazione è servita anche per l’acquisto di otto nuovi treni della società Alstom – operazione deliberata il 1° ottobre dal Cda di Ntv – che saranno consegnati a partire dal dicembre 2017 e che permetteranno di aumentare l’offerta sul territorio, inserendo nuove destinazioni e aumentando la frequenza delle attuali. Questi treni, di velocità max 250 km/h denominati Evo saranno una nuova evoluzione della famiglia dei Pendolino.

DEBITO RISTRUTTURATO E NUOVA STRATEGIA. Nel Cda del 1° ottobre si è preso atto, inoltre dell’avvenuta firma, in data 5 agosto, da parte delle banche creditrici, dell’accordo di ristrutturazione del debito pari a 681 milioni di euro: di questi il 70% verrà riscadenzato al 2028, il restante 30% al 2033. In una nota la società Ntv ha precisato inoltre sottolineato le azioni compiute per il completamento del piano industriale e quelle che saranno intraprese a breve. Tra queste si segnala il nuovo disegno del network di Ntv con la centralità della Stazione Termini e con l’arrivo in dicembre in Stazione Centrale a Milano e Porta Nuova a Torino.