© Getty Images

La paura della disoccupazione e l'incertezza sulla capacità di risparmio bloccano le famiglie italiane.

Lo dice l'Istat commentando i dati sull'indice di fiducia ancora in calo ad agosto: da 104,4 si è scesi a 101,9, per il terzo calo consecutivo. E conferma il clima europeo che vede per la prima volta anche la fiducia dei consumatori tedeschi.

Lo spauracchio è la perdita del posto di lavoro. Per quanto riguarda la vita familiare, se l'oggi è sereno, sono le prospettive a togliere speranza.

Nel dettaglio, la componente economica scende a 107,6 da 114,2, mentre quella riferita al quadro personale passa a 100,1 da 101,2. Anche gli indici relativi al clima corrente e futuro diminuiscono (rispettivamente, a 101,5 da 104,0 e a 103,4 da 106,2).
A livello territoriale la fiducia cala in tutte le ripartizioni ad eccezione del Centro.