BusinessPeople

La manifattura diventa intelligente

La manifattura diventa intelligente Torna a Industria 4.0, chi l'ha vista?
Mercoledì, 23 Marzo 2016

 

Intervista a Giovanni Miragliotta, responsabile della ricerca Osservatorio Smart Manufacturing della School of Management del Politecnico di Milan o

Una realtà con luci e ombre. È quella che emerge dall’analisi dei ricercatori della School of Management del Politecnico di Milano su come l’Italia sta affrontando l’arrivo della quarta rivoluzione industriale e i cambiamenti dei processi aziendali, portati in dote dall’avvento delle tecnologie digitali. Oltre a trattare di Industry 4.0 (un’espressione oggi molto in voga tra gli economisti), gli studiosi hanno esaminato nel profondo il concetto di Smart Manufacturing, che probabilmente modificherà nel profondo l’industria del ventunesimo secolo.

A che punto siamo con la manifattura smart?
Direi che c’è un cambiamento innescato da una concomitanza di fattori. L’utilizzo di sistemi di produzione automatizzata e avanzata si combina infatti con tecnologie come l’Internet of Things, i Big Data e il Cloud Computing.

Con quale risultato?
Ne deriva un processo di cambiamento basato sulla raccolta e la rielaborazione di una gran mole di dati, che vengono messi a fattore comune all’interno dell’azienda allo scopo di rendere più efficienti i processi produttivi. In pratica, nelle imprese che hanno avviato tali trasformazioni, non esistono più dei singoli sistemi aziendali chiusi, che non dialogano tra loro. C’è invece un costante scambio di informazioni a tutti i livelli. In questo modo, l’attività produttiva diventa più flessibile e i processi decisionali si adattano più facilmente ai cambiamenti esterni e interni. Avendo la disponibilità in tempo reale di dati sui consumi energetici o sulle performance di un macchinario, per esempio, si può cercare con tempestività di renderlo più efficiente.

Ma le imprese italiane sono pronte ad affrontare questa sfida?
Nel nostro Paese, ci sono senza dubbio realtà d’avanguardia che hanno iniziato da tempo a investire in questo tipo di innovazioni, raccogliendone i frutti. Il nostro Osservatorio, infatti, ha analizzato diversi casi virtuosi. Purtroppo, se consideriamo il sistema produttivo italiano nel suo complesso, l’adozione dello Smart Manufaturing è indubbiamente rallentata da diversi fattori come le ridotte dimensioni delle imprese o la carenza di un’adeguata cultura digitale.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2021 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media