Secondo quanto comunicato da Federmobili, dal sito Internet dedicato ai negozianti, risulta che sono stati completamente esauriti i fondi destinati agli incentivi, raggruppati recentemente in un fondo unico di 110 milioni di euro. Non è più possibile dunque usufruire degli sconti per acquistare nel settore dei motocicli, dispositivi per la banda larga, cucine ed elettrodomestici. Per quanto riguarda i rimborsi ai negozianti, a oggi non ancora erogati, il ministero dello Sviluppo economico e Poste Italiane hanno confermato a Federmobili che i pagamenti avranno inizio a partire dalla prossima settimana.
Riportiamo i dati dell’erogazione dei fondi relativi al 12 novembre, che ammontavano a oltre 80 milioni di euro: i contributi per le cucine componibili erano 4.445 per un totale di poco più di 3 milioni di euro. 2,5 milioni era invece la cifra prenotata per gli elettrodomestici. Nello specifico: quasi 13 mila lavastoviglie per 1,3 milioni di euro, oltre 7.400 piani cottura per quasi 400.500 euro, oltre 6.700 forni per più di 641 mila euro, 3.418 cucine free standing per oltre 322 mila euro e 45 cappe climatizzate per oltre 10 mila euro. Sempre al 12 novembre quasi il 44% dei fondi era stato prenotato per le macchine agricole, quasi il 20% per la nautica, 3 milioni per i motorini e oltre 4 milioni di euro per la banda larga.