© Getty Images

Cresce ancora a due cifre il valore degli acquisti effettuati dagli italiani su siti nazionali e stranieri. Rispetto al 2012, nel 2013 l’incremento è stato pari al 15% avendo raggiunto la cifra di 12, 6 miliardi di euro. Il dato è contenuto nella nuova guida Il negozio nell'era di internet realizzata da Confcommercio per la collana "Le Bussole" nella quale si sottolinea anche che lo scorso anno le vendite a valore realizzate da siti con operatività in Italia sono state pari a 11,3 miliardi di euro.

Dal 2006 a oggi il mercato dell’e-commerce in Italia ha mantenuto in trend di crescita pari a circa il 20%, con la sola eccezione dl 2009, quando si mantenne stabile rispetto al 2008 e ha contribuito in modo importante al buon andamento delle imprese che vi si sono cimentate. Nel triennio 2008 – 2010 le aziende che hanno fatto e-commerce sono cresciute mediamente del +1,3%, a fronte di un calo del -4,5% di quelle che non avevano alcuna presenza on line e del -2,4% di chi era presente in Internet soltanto con un sito vetrina.

Il 55,6% degli italiani dichiara di aver comprato almeno una volta su Internet. I maggiori acquirenti on line sono di fascia medio alta e hanno un peso rilevante sia sul piano dei volumi complessivi sia della capacità di influenzare gli altri.