Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan © Getty Images

«Per quanto riguarda le stime sulla crescita, quelle del governo italiano sono simili a quelle del Fondo monetario e a quelle della Commissione europea, ma ci aspettiamo che possano migliorare tutte quante verso l'alto». E' il "sogno" americano del ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, che da New York valuta le prospettive di crescita del nostro Paese e anche quelle sul debito pubblico: «Le previsioni dicono che quest'anno si stabilizza e dell'anno prossimo comincia a scendere e nei prossimi anni avremo anche la possibilità di rispettare la regola del debito prevista dalle regole europee».

«L' economia non solo cresce, ma è anche stabile finanziariamente: solo con la produttività si può accelerare questa crescita», prosegue Padoan atteso oggi a Washington per gli Spring Meetings del Fondo monetario internazionale: «L'Italia è vista come un paese dalle opportunità crescenti. Un anno fa avevo notato un grande interesse ma oggi devo dire che questo interesse è cresciuto ed è molto più forte. Ma gli investitori chiedono riforme e stabilità politica, ma vogliono anche vedere che queste riforme vengano veramente attuate».

Poi sarà il turno di Matteo Renzi nella capitale Usa, che sarà ricevuto alla Casa Bianca domani 17 aprile. Il premier italiano dormirà nella Blair House, la storica "dependance" dei presidenti americani su Pennsylvania Avenue.