Il calcio è una vera miniera d’oro mediatica: stando alla ricerca Deloitte, il giro d’affari generato in Europa da questa disciplina nella stagione 2012/2013 è stato di 20 miliardi di euro, con un incremento del +2% rispetto al periodo precedente. Ma il merito va a una ristretta rosa di Paesi e di club. Sono infatti Inghilterra, Germania, Spagna, Italia e Francia a coprire, da sole, quasi la metà dei ricavi mondiale, grazie alle buone performance delle proprie squadre. La Premier League, per esempio, ha prodotto quasi 3 miliardi di euro (2,9 miliardi +1%). Seguono, a distanza, la Bundesliga (2,01 miliardi +8%), la Liga Spagnola (1,85 miliardi, +4%), la nostrana Serie A (1,68 miliardi, +6%) e, infine, la lega francese (1,29 miliardi).
Tuttavia, sono i club a fare la differenza: in Inghilterra la crescita dei ricavi è merito soprattutto delle squadre Manchester United, Manchester City e Liverpool. In Germania, i tiranti sono invece il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund, a cui si deve l'80% del rialzo dei ricavi stagionali. In Italia svetta la Juventus mentre in Francia, dal punto di vista economico, la più performante è il Psg targato Qatar. Quanto alle fonti dei ricavi, il grosso proviene dai diritti tv e dal merchandising.