Huawei © GettyImages

Il gruppo Huawei, player internazionale nella fornitura di apparecchiature per telecomunicazioni mobili, continua la fase di espansione e nel mirino, dopo l’Europa ha messo l’Italia. Il vecchio continente ormai è il secondo mercato globale dopo quello interno cinese per il produttore del Far East. L’obiettivo di fatturato per quest’anno è di superare i 31 miliardi di dollari. L’Italia, dove il colosso cinese è già presente con tre B.U. (Carrier, Enterprise e Consumer), è attualmente il terzo mercato europeo, dietro a UK e Francia e nella filiale italiana si contano 500 persone. L’obiettivo di chiusura di bilancio per quest’anno è di raggiungere i 450 milioni di euro nel nostro Paese. La centralità del Bel Paese è sottolineata anche dall’imminente apertura di un centro di ricerca e sviluppo a Milano, previsto per metà mese di novembre.
Daniele De Grandis, executive director di Huawei Italia ha dichiarato: «Abbiamo l’obiettivo di posizionarci tra i primi tre player mondiali di telefonia. Oggi presentiamo diversi nuovi prodotti, da un tablet da 7” a uno smartphone hi-end con processore dual core da 1,4 GHz che ampliano ulteriormente la nostra offerta. Puntiamo a una democratizzazione dello smartphone, in linea con il momento storico che stiamo vivendo». Huawei ha anche lanciato il proprio sito localizzato in italiano, raggiungible all’indirizzo www.huaweidevice.it