© Getty Images

Alla fine, anche i consumatori tedeschi si arrendono al pessimismo. Cala infatti per la prima volta negli ultimi 18 mesi l'indice elaborato dall'istituto Gfk relativo al mese di settembre: 8.6 il punteggio dagli 8.9 di agosto.

Sono state smentite dunque tutte le previsioni che parlavano di un aumento fino a 9 per il mese prossimo. A incidere è stato l'ennesimo dato negativo sulla fiducia delle imprese registrato dall'Ifo, ma anche la situazione in Iraq e la preoccupazione crescente per gli effetti interni delle sanzioni in Russia

«L'escalation della situazione in Iraq, Israele e nell'Ucraina orientale, così come la graduale accelerazione sul fronte delle sanzioni alla Russia, hanno avuto un impatto negativo sulle prospettive economiche dei tedeschi, prima estremamente ottimistiche», spiega l'analista di Gfk, Rolf Buerkl, alla Reuters .