Aumenta l’efficienza dell’erario italiano. Almeno secondo gli ultimi dati resi noti dalla Corte dei Conti che ha “certificato” i risultati conseguiti dall’Agenzia delle Entrate nella lotta all’evasione. Nel 2009 i controlli fiscali sono stati 1 milioni e 797mila, il 13,5% in meno rispetto all’anno precedente, ma hanno consentito comunque di individuare il 31% di evasione in più rispetto al 2008. Dai 6,4 miliardi di euro del 2007 si è passati ai 6,9 miliardi del 2008 per arrivare ai 9,1 miliardi del 2009.
Nel 2009 i contribuenti lavoratori autonomi e piccoli imprenditori non in regola con gli studi di settore sono risultati 56.437. Questi hanno ricevuto un accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate, per un ammontare medio di 12.802 euro di maggiore imposta evasa.