© Getty Images

439 milioni di dollari per la Sierra Leone, 228 per la Liberia e 142 per la Guinea. Per un totale di oltre 800 milioni entro la fine del 2015.

Queste le stime della Banca Mondiale dei costi dell’epidemia di Ebola che potrebbero ricadere sulle economie già piuttosto fragili dei tre Paesi africani più colpiti da una pestilenza in rapida escalation.

L’organismo internazionale osserva che, in assenza di una risposta rapida e atta a contenere l’epidemia, le economie di questi Stati si troverebbero esposte a sarebbe quello di uno “shock catastrofico” che potrebbe portare a un calo della crescita pari al -2,3% in Guinea, all’8,9% in Sierra Leone e, addirittura, all’11,7% in Liberia.