Muove i primi passi il decreto sviluppo, ovvero il provvedimento recante 'Disposizioni urgenti per l'agenda digitale italiana e le start up innovative e ulteriori disposizioni per la crescita e lo sviluppo del Paese’ che dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri entro la fine della prossima settimana (21 settembre). Rispetto alla prima versione circolata nei giorni scorsi, il testo cresce nel numero degli articoli, da 50 a 86 (20 dedicate solo alle start up); si punta alla digitalizzazione della pubblica amministrazione, a favorire la realizzazione di nuove infrastrutture e alla nascita di nuove imprese. Scompare, però, la disposizione per i pagamenti elettronici sopra i 50 euro. Ecco in dettaglio, in una sintesi realizzata dall’Ansa, le misure principali previste dal decreto:

RINVIO BANCOMAT A 2014 - L'obbligo per commercianti e professionisti di accettare pagamenti elettronici slitta dal 2013 al 2014. Scompare il limite all'utilizzo dei contanti precedentemente posto a 50 euro. La decisione è rimandata a “uno o più decreti del ministero dello Sviluppo economico di concerto con il ministero dell'Economia”.
NIENTE RINNOVO TACITO RC AUTO - “Il contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti non può essere stipulato per una durata superiore all'anno e non può essere tacitamente rinnovato”.
CREDITO DI IMPOSTA PER LE INFRASTRUTTURE - il limite massimo sarà pari al 50% del costo dell'investimento. La norma serve a favorire la realizzazione di nuove infrastrutture, di importo superiore ai 500 milioni, mediante l'utilizzazione dei contratti di partenariato pubblico-privato.
DETRAZIONI IRPEF PER INVESTIMENTI IN START UP - la detrazione per il 2013, 2014 e 2015 è pari al 19% della somma investita. Alle start-up sono dedicati ben 20 articoli. Viene istituita una sezione speciale del Fondo di garanzia per le Pmi a favore della nascita di imprese innovative con una dotazione iniziale di 50 milioni di euro.
DOCUMENTO DIGITALE UNIFICATO - Carta d'identità e tessera sanitaria saranno nello stesso documento. I cittadini potranno inoltre indicare un indirizzo di posta elettronica certificata per comunicare con la pubblica amministrazione. Arriva la posta certificata anche per le imprese individuali.
NASCITA E MORTE - Le comunicazioni di nascita e morte potranno essere inviate solo per via telematica.
BIGLIETTI WEB PER L'AUTOBUS - Le aziende di trasporto pubblico locale promuoveranno l'adozione del biglietto elettronico, “interoperabile a livello nazionale”.
FASCICOLO ELETTRONICO ALL'UNIVERSITÀ - Dall'anno accademico 2013-14 arriva il fascicolo elettronico dello studente, con tutti i documenti della sua carriera accademica. Il fascicolo è valido su tutto il territorio nazionale e all'estero.
LIBRI SCOLASTICI - Dal 2014-15 saranno scaricabili direttamente dal web, come alternativa ai cartacei. Arriva inoltre per i ragazzi delle piccole isole e comunità montane la possibilità di seguire le lezioni su internet.
FASCICOLO SANITARIO E RICETTA ELETTRONICI - La storia dei pazienti sarà raccolta in un unico fascicolo elettronico. E anche la cartella clinica diventerà digitale. Addio al foglietto rosso: le ricette e le prescrizioni mediche saranno solo elettroniche e valide a livello nazionale.
AZZERARE DIGITAL DIVIDE - Per completare il 'Piano Nazionale Banda Larga’ il decreto legge stanzia 150 milioni nel 2013. Arriva il sistema informativo nazionale delle infrastrutture del sottosuolo per favorire lo sviluppo delle nuove reti Tlc.