© Getty Images

Adesso sono 15 le grandi città in deflazione. Il calo dei prezzi è stato registrato infatti dall'Istat a Potenza, Reggio Emilia e Padova (-0,1%); Roma, Perugia, Bologna e Genova (-0,2%); Bari, Trieste, Firenze e Milano (-0,3%); Livorno (-0,5%); Torino (-0,6%); Verona (-0,7%); e Venezia (-0,8%).

Ad agosto l’indice nazionale dei prezzi è aumentato aumenta dello 0,2% ma ha segnato -0,1% nei confronti di agosto 2013 (era +0,1% a luglio). Decisivo il calo dei beni energetici, la frenata dell'aumento dei prezzi dei servizi e il caso - anche se ridotto - degli alimentari non lavorati (-1,8%, da -2,9% di luglio). Al netto dei soli beni energetici, l’inflazione sale invece allo 0,4% (da +0,3% di luglio).

Per quanto riguarda i servizi, la principale voce in crescita, salgono i prezzi dei trasporti (+3,8%).