Carlo Sangalli

Carlo Sangalli

Peggiorano le previsioni macroeconomiche dell’Italia. Nel suo ultimo rapporto sulle ‘Economie Territoriali e il Terziario di Mercato’ Confcommercio calcola un Prodotto interno lordo che, a fine 2012, si attesterà al -2,8% (-0,6% rispetto alle precedenti stime), mentre nel 2013 la crescita sarà solamente dello 0,3% (-0,5%). “Stiamo toccando nuovi minimi assoluti di prodotto lordo dall'inizio della grande recessione, cioè dalla fine del 2007 – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio – E i consumi reali pro-capite subiranno, nel 2012, un calo di una profondità mai prima registrata nella storia economica” della Repubblica.
A fronte di questo contesto estremamente negativo, il presidente di Confcommercio ha evidenziato la necessità di escludere ulteriori aumenti dell’Iva spiegando che “gli impatti recessivi sarebbero profondi e peserebbero particolarmente sui livelli di reddito medio-bassi. Ne farebbero le spese famiglie, occupazione ed imprese. Non ci sono alternative: si tratta di coniugare insieme rigore e spinta alla crescita”.