Il Ceo di Cisco Chuck Robbins insieme al premier italiano Matteo Renzi

Un piano di investimenti strategici in Italia del valore di 100 milioni di dollari nei prossimi tre anni. È quanto annunciato dalla statunitense Cisco che contribuirà alla trasformazione digitale del Paese adottando un approccio su due fronti: favorire lo sviluppo delle competenze digitali e della consapevolezza delle opportunità offerte da questo settore, oltre al sostegno alla comunità delle start up innovative italiane. Il piano di investimenti è stato annunciato al termine dell’incontro tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Ceo di Cisco Chuck Robbins e l’amministratore delegato di Cisco Italia Agostino Santoni.

ISTRUZIONE. Il primo punto del piano d’azione di Ciso è rivolto alla preparazione di docenti e studenti. Questi, in base all’accordo firmato con il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, saranno formati nelle competenze digitali attraverso il programma Cisco Network Academy, che permetterà agli studenti di acquisire nuove competenze digitali richieste dal mercato – come quelle riguardanti l’industria 4.0 e la cybersecurity – e avere maggiori opportunità di occupazione. A tale scopo, Cisco amplierà ulteriormente il suo Programma Networking Academy®, nato per fornire le competenze necessarie oggi e in futuro per operare con successo in un mondo sempre più interconnesso, inserendo moduli focalizzati sulle tecnologie per l’industria 4.0 e la cybersecurity.

START UP E RICERCA. Nei progetti della multinazionale statunitense c’è anche un progetto di investimenti con Invitalia Ventures per favorire l’ecosistema delle start up italiane. Questo consentirà a Cisco di investire nello sviluppo delle migliori imprese innovative del Paese e di contribuire ad accelerare il potenziale tecnologico dell’Italia. Cisco ha inoltre annunciato che, sulla base di questi investimenti, porterà avanti nei prossimi tre anni iniziative legate alla Ricerca e Sviluppo, alla collaborazione con le università italiane e alla trasformazione digitale di due settori industriali di eccellenza italiani: il settore manifatturiero e il settore agroalimentare.