© Flickr/Giuseppe Costanza

Dopo il blitz di Capodanno a Cortina e i controlli a Roma, il Fisco ha fatto il suo ingresso in grande stile a Milano nel weekend del 28 e 29 gennaio. Anche qui i commercianti hanno potuto beneficiare della presenza degli agenti dell’agenzia delle entrate (prima) e della Guardia di finanza (poi): gli incassi da sabato a sabato sono lievitati in media del 44%, in un caso hanno fatto registrate incassi addirittura superiori al 200%. Controllati ristoranti, pub, bar e discoteche di Brera, della zona Navigli, di piazza San Babila e di Corso Como: nessuna omissione di scontrino, almeno per questi due giorni anche se gli agenti hanno scoperto comunque alcune irregolarità. In 55 esercizi, per esempio, sono stati riscontrati il mancato aggiornamento dei registri dei corrispettivi e incongruità con le dichiarazioni presentate ai fini degli studi di settore (per esempio, numero dei beni strumentali comunicati: tavoli, sedie, grandi elettrodomestici); mentre in 33 locali sono stati riscontrati anche 116 lavoratori in nero.