© GettyImages

Più che carenza di domanda, si tratta di carenza di liquidità. Gli italiani non rinunciano all’automobile, ma la scelta ricade sempre più sull’usato: secondo gli ultimi dai dell’Aci (Automobile club italia) a giugno i passaggi di proprietà delle auto segnano +1% rispetto allo stesso mese del 2010. In pratica ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute 141 usate. Un trend che spiega anche la diminuzione della radiazioni (-6,1% per le auto): invece di finire dallo sfasciacarrozze, la macchina viene rivenduta. Lo stesso discorso non si può fare, invece, per la moto usata che negli ultimi 12 mesi segna un calo dello 0,6% (ma in ripresa nei primi sei mesi del 2011) e un aumento del 19,2% sul fronte delle radiazioni.
L’auto usata piace sempre di più. Da una recente ricerca di Duepuntozero Research (Gruppo Doxa) per Subito.it, emerge che il 51% degli italiani preferisce un’auto usata o a chilometri zero. I motivi sono molteplici: prezzi minori, possibilità di acquistare un modello che nuovo non sarebbe abbordabile, disponibilità immediata. Senza contare che, grazie all’avvento di internet e dei nuovi canali informativi è sempre più facile trovare l’occasione: modelli di ultima generazione venduti a chilometro zero o abbastanza nuovi da valere l’acquisto. Fra i criteri di scelta fondamentali il prezzo contenuto e i bassi consumi, seguiti dalla sicurezza, con l’aspetto ambientale preferito al design.