Non avrà più effetto sulle pensioni, almeno non su tutte, ma l’inflazione è ancora capace di far aumentare le tasse. Il canone Rai, ovvero la tassa che gli Italiani odiano di più, nel 2012 aumenterà di 1,5 euro, fino a quota 112 euro, per adeguarsi appunto al tasso di inflazione. Nel 2011 i possessori di un apparecchio televisivo (a parte il nutrito gruppo di evasori) hanno pagato 110,50 euro. La scadenza per il pagamento dell’abbonamento annuo è fissata al prossimo 31 gennaio ed è possibile rateizzare il pagamento in due tranches semestrali di 57,16 euro con scadenza fissata al 31 gennaio 2012 e al 31 luglio 2012. Possibile anche sceglie di pagare l’imposta in quattro rate trimestrali da 29,76 euro, con scadenze al 31 gennaio 2012, 30 aprile 2012, 31 luglio 2012 e 31 ottobre 2012. Nel primo caso il canone annuale verrà a costare 114,32 euro, nel secondo 119,04.