Gli accertamenti fiscali nei confronti di Google Italia finiscono in Procura. Secondo quanto riportato dal quotidiano la Repubblica tre manager della Google Ireland Limited sono indagati con l’accusa di “omessa dichiarazione dei redditi” nel periodo tra il 2008 e il 2013. Negli ultimi tre anni la società ha regolarizzato la posizione dal punto di vista fiscale, ma fino al 2013 – secondo la procura milanese – sarebbero stati sostanzialmente deviati gli utili dell’azienda sulla sede di Dublino, ottenendo una fiscalizzazione dimezzata rispetto a quanto dovuto in Italia. Per questo, a fine gennaio, era stata contestata alla società un’evasione da 300 milioni di euro e ora il pm di Milano Isidoro Palma sarebbe vicino a chiudere l’inchiesta penale.

Da oltre un anno, si sottolinea nell’articolo, l'azienda statunitense cerca di chiudere il contenzioso attraverso un'intesa con le Entrate e la Finanza, senza però trovarsi d'accordo sulla cifra da versare. Di fronte a una transazione, la posizione dei manager indagati potrebbe alleggerirsi.