Diventare il più grande acceleratore di start up d’Europa. È l’obiettivo ambizioso di Luiss Enlabs, la “Fabbrica delle start up nata nel 2013 dalla joint venture tra il gruppo Lventure e l’università Luiss Guido Carli, che hanno da poco inaugurato un nuovo spazio da 5000 mq nell’ala storica della Stazione Termini di Roma e che arriverà presto a ospitare fino a 80 nuove imprese. Quello inaugurato lo scorso 8 luglio sarà un grande open space su due piani, alte pareti bianche e luminose, e lunghi corridoi da percorrere anche in monopattino, dove start up in crescita e imprese innovative già attive sul mercato, potranno sviluppare i loro business in una sede il doppio più grande rispetto alla precedente.

L’inaugurazione del nuovo acceleratore rappresenta ancora una volta, una risposta formidabile di un modello che funziona”, ha commentato il presidente della Luiss Emma Marcegaglia. “In soli tre anni l’ecosistema nato attorno a Luiss Enlabs è arrivato a comprendere circa 40 start up, che hanno creato più di 500 posti di lavoro, attratto 20 milioni di euro da investitori esterni, consolidato un advisory board di oltre 50 esperti di alto profilo e un network di corporate, istituzioni e aziende che supportano lo sviluppo delle migliori idee di impresa. E nel 2017 apriremo a Milano una estensione di Luiss: il Mhuma, un laboratorio dedicato alla manifattura 4.0”.